Il portale del software

Quale linguaggio preferire?

di Amministrazione SOFTWARE.IT

Software.it Risponde

Gentile Redazione,
sono uno studente neolaureato che sta per affacciarsi sul mercato professionale dell'ICT.

Sebbene durante i miei studi abbia incontrato molti linguaggi di programmazione, non sono riuscito a farmi un'idea precisa di quale sia il migliore per lavorare: possiedo già buon basi di ANSI C, ma non mi sembra la scelta più adatta per costruire applicazioni moderne.

Cosa ne pensate?

Lettera Firmata.




Caro amico, domande simili alla tua riguardo a quale linguaggio di programmazione preferire sono davvero ricorrenti: negli ultimi anni il panorama si è ampliato molto, rendendo la scelta ancor più complessa.

Sicuramente il linguaggio C che già padroneggi è importantissimo per capire i meccanismi della programmazione: gestione della memoria, puntatori, tipizzazione, compilazione e strutture dati devono essere la base di qualsiasi developer, ma per sviluppare applicazione davvero utilizzabili (come gestionali o siti Internet) il buon vecchio C non è il massimo.

Purtroppo nella tua non ci dici che tipo di applicazioni devi realizzare: ogni linguaggio infatti è più adatto di altri per particolari scopi.

Se sei intenzionato a lavorare nel segmento di ERP e gestionali, ti consiglio di approfondire il linguaggio Visual Basic, che in poco tempo permette di realizzare buone applicazioni.

Se invece se attratto dal segmento web, ASP e PHP sono sicuramente il punto di riferimento del settore (JSP, derivato di Java, nettamente meno "produttivo" dei due concorrenti, e al momento non mi sentirei di consigliarlo se non ai programmatori già esperti con Java stesso).

Un altro settore è quello della programmazione più avanzata, come driver e sistemi operativi: per approcciare questo mercato dovrai studiare invece assembly e C++.


In caso la tua situazione sia ulteriormente diversa, non esitare a contattarci di nuovo.

Per software.it,
Gianluigi Zanettini



:: Nessun Allegato ::