Il portale del software

After Effects 5.5.. effetti molto speciali

di Amministrazione SOFTWARE.IT

Descrizione e novità

After Effects 5.5
Il software After Effects 5.5 di Adobe, comprende un set completo di strumenti per la creazione di grafici in movimento ed effetti visivi per film, video, dati multimediali e siti Web di alta qualità e professionalità.
After Effects 5.5 offre ulteriori significativi miglioramenti al pluripremiato 5.0 che già di per sé aveva introdotto numerose novità come il supporto per il compositing 3D e i controlli di parenting.
Le nuove caratteristiche e i miglioramenti in After Effects 5.5 offrono sostanzialmente tre significativi benefici all'utente:
Preciso controllo creativo - E' possibile ottenere risultati di grande effetto con una precisione senza precedenti, creare composizioni 3D con livelli che proiettano ombre colorate o che agiscono come vetro disegnato, otto nuovi effetti di grande impatto, possibilità di manipolare le proprie composizioni da differenti prospettive.
Incremento della produttività - Realizzare lavori di alta qualità è ancora più facile e veloce grazie alla nuova palette Effects, alle azioni post-render e a numerosi altri perfezionamenti.
Opzioni versatili di importazione e di output - Questa nuova versione permette di lavorare con diversi tipi di formati streaming audio e video RealMedia, importare dati di camere 3D (solo per la versione Production Bundle), lavorare con formati di file addizionali a 16 bit e importare file Macromedia Flash (SWF), RPF, RLA, e MPEG-1.


Principali novità

Ombre colorate e livelli di proiezione - Nuovi controlli per manipolare l'illuminazione nelle composizioni 3D; la proprietà Light Transmission del materiale permette di ottenere un livello 3D che proietta ombre colorate o che agisce come un vetro disegnato. Creare l'effetto di faretti spot che proiettano la luce a forma di stelle o logo risulta molto più facile usando una maschera alpha channel e la nuova opzione Shadows Only per i livelli che proiettano ombre. La nuova opzione di materiale Metal, inoltre, permette di controllare il colore dei riflessi speculari.

Luci di regolazione - Possibilità di applicate selettivamente le luci in una composizione con l'opzione Adjustment Layer.

Intersezioni dei livelli di alta qualità - L'opzione Advanced 3D Renderer consente di ottenere composizioni 3D che contengono intersezioni di livelli di elevata qualità. Nelle intersezioni tra i livelli 3D viene applicato un corretto effetto anti-alias e nelle intersezioni tra livelli in movimento viene applicato un effetto di sfocatura in movimento (motion blur).

Viste multiple 2D e 3D - E' possibile osservare l'interazione tra i livelli nello spazio manipolando una composizione da più prospettive simultaneamente, o visualizzate aree differenti di una composizione. Il programma offre schemi predefiniti con una, due o quattro viste, ma esiste comunque la possibilità di personalizzarlo ulteriormente.

Nuovi e potenti effetti - After Effects 5.5 include otto nuovi effetti, mettendone così a disposizione più di 90, che è possibile utilizzare singolarmente o combinati per ottenere i risultati desiderati. E' per esempio possibile eliminate le fluttuazioni di esposizione facendo coincidere l'esposizione di ciascun fotogramma con quella dei successivi grazie a Color Stabilizer (Production Bundle), simulare scariche elettriche animate con Advanced Lightning (Production Bundle), effettuare la correzione dei colori impostando i keyframe per le proprietà individuali del canale con l'effetto Levels (Individual Controls) e creare sfumature con 4-Color Gradients. Cell Pattern invece, consente di creare sfondi animati basati su pattern a disturbo cellulare, o produrre pattern che possono essere utilizzati come texture, mappe di spostamento, e altro. Con Grid è possibile creare griglie personalizzate da usare come maschere o matte, generare animazioni tipo schermo di computer o realizzare sfondi animati. Roughen Edges permette di "erodere" i bordi del livello del canale alpha utilizzando il calcolo frattale. Time Difference consente di calcolare le differenze di colore tra due livelli nel tempo e quindi usare le informazioni per una correzione di colore o per creare matte complessi ai quali applicare altri effetti. After Effects 5.5 Standard include quattro effetti disponibili prima solo con la versione Production Bundle: Basic Lightning, Ripple, Twirl, e Wave Warp.

Zaxwerks 3D Invigorator Classic (solo per la versione Production Bundle) - Per chi aggiorna la versione Standard di After Effects alla versione Production Bundle o acquista la versione retail di After Effects 5.5 Production Bundle è disponibile il plug-in Zaxwerks 3D Invigorator Classic. Invigorator consente di convertire i disegni 2D in elementi 3D senza abbandonare After Effects.

Nuovi miglioramenti alla mascheratura - Smart Mask Interpolation Keyframe Assistant (Production Bundle) facilita i compiti di rotoscoping creando maschere animate molto precise, anche nel caso di maschere di forma elaborata. Permette inoltre di duplicare le maschere e di applicare selettivamente l'effetto di sfocatura di movimento alle maschere.

Miglioramenti alle espressioni - Possibilità di aggiungere cicli semplici alle espressioni e lavorare con sei nuovi effetti con sintassi semplificata che rendono facile l'utilizzo di elementi dell'interfaccia standard come slider bar.

Supporto nativo per Mac OS X - Gli utenti Macintosh trarranno vantaggio dai miglioramenti a livello di sistema, come l'evoluto sistema di gestione della memoria e la nuova interfaccia utente Aqua, con il supporto nativo per Mac OS X.

Palette Effects - E' possibile applicare gli effetti in modo più efficiente e organizzarli a piacere con la nuova palette Effects. Per applicare gli effetti si possono anche trascinare dalla palette sul livello nella finestra Comp o sul nome del livello nella finestra Timeline.

Azioni di Post Render - Per semplificare il flusso di lavoro si possono specificare azioni come la sostituzione degli indicatori di durata o le composizioni con l'output renderizzato, usare le nuove opzioni per creare proxies, impostare opzioni di output per i proxies, e definire i concatenamenti di output.

Ottimizzazione delle prestazioni - After Effects 5.5 supporta l'output asincrono di Photoshop, Cineon, e i formati PICT in sequenza; ciò velocizza l'output separando la scrittura su disco di ciascun fotogramma in compiti contemporanei anziché sequenziali. After Effects 5.5 offre l'ottimizzazione per i processori Pentium 4 e velocizza l'interpretazione delle espressioni.

Supporto di Windows XP - After Effects 5.5 è ottimizzato per Windows XP, la nuova piattaforma Windows. Versatilità nelle opzioni di importazione e di output.

Output avanzato di RealMedia - Render Queue permette di creare streaming RealMedia o scaricamenti Web di file che supportano RealVideo, RealAudio, e RealVideo con audio. E' possibile incorporare parole chiave, descrizioni, e altre informazioni sul file che possono essere rilevate dai motori di ricerca Web.

Importare dati di camere 3D da Alias|Wavefront Maya e 3DS MAX (solo nella versione Production Bundle) - Si possono importare in After Effects i dati di camere 3D dei progetti Maya in modo da comporre facilmente nuovi elementi in composizioni 3D che includono 3D footage, creare opacità per gli elementi 3D importati, effettuare la correzione dei colori, e altro ancora. Funziona anche con i dati delle camere 3D di 3DS Max.

Supporto per i formati addizionali di canale a 16-Bit - In aggiunta al supporto per i file a 16-bit di Photoshop e Cineon, è ora possibile anche lavorare con file Maya IFF a 8 e a 16 bit, QuickTime, RLA, RPF, e SGI.

Importare file Flash (SWF) - E' possibile importare e impiegare nelle composizioni, file Macromedia Flash (SWF).

Importare file RPF - Importare file 3D salvati in formato RPF (Rich Pixel Format) in modo da usare gli effetti 3D di canale nella versione Production Bundle per manipolare dati 3D. Sono incluse informazioni di coverage, z-depth, e canale alpha.

Importare file MPEG-1 - In aggiunta al supporto in importazione dei file MPEG-1 per Windows tramite DirectShow già presente in After Effects 5.0, ora è possibile importare file creati usando la compressione MPEG-1 su Macintosh.Cercheremo di focalizzare l'attezione su 2 degli aspetti principali del programma:
- Interfaccia utente
- A chi si rivolge la versione Standard e a chi la Production Bundle.

Adobe After Effects è uno strumento essenziale per l'elaborazione grafica, video, effetti di post produzione, multimedia e web, divenuto ormai uno standard grazie alla flessibilità e potenza dei propri strumenti.
After Effects vanta un'ottima integrazione con tutti gli altri programmi della Adobe, specialmente con Premiere, Photoshop e Illustrator, con i quali condivide molto anche circa l'interfaccia utente che risulta molto simile soprattutto a quella di Live Motion: coloro i quali sappiano utilizzare questo programma, ma anche addirittura anche prodotti diversi tipo Macromedia Flash, non incontreranno grosse difficoltà ad usare After Effects 5.5, in quanto concettualmente l'interfaccia non differisce di molto.
Usare After Effects è relativamente semplice, specialmente facendo un raffronto con altri pacchetti di animazione 2D o peggio ancora 3D: l'interfaccia chiara e "familiare" offre già di per sé una buona spinta nell'apprendimento.

A - Nella finestra Project si trovano tutti i file del progetto.. una sorta di "quartier generale"
B - In Composition viene visualizzato il lavoro da diverse prospettive
C - La Timeline è la finestra dove tutte le animazioni vengono create e controllate. Per cominciare un progetto è sufficiente trascinare i materiali proprio su questa finestra.

Molti dei comandi e degli effetti più complicati possono essere inseriti facilmente grazie a dei tool specifici, è il caso, per esempio, di Smart Mask Interpolation Keyframe Assistants.

Questo particolare tool consente di creare automaticamente delle splendide transizioni tra 2 mask shapes complesse. E' un effetto di sicuro impatto come si può notare da questo semplice filmato di esempio.

In After Effects 5.5 è possibile creare relazioni tra le proprietà di diversi oggetti usando funzioni matematiche. Mettiamo il caso, per esempio, di dover animare 2 ingranaggi uno dei quali deve girare nel verso opposto e ad una velocità doppia rispetto all'altro: sarà sufficiente animarne uno e dare all'altro soltanto il riferimento alle proprietà del primo ingranaggio. Il liguaggio di queste espressioni ricorda molto il Javascript, percui molti si troveranno avvantaggiati.. gli altri invece possono ovviare creando espressioni semplicemente trascinando il valore di una proprietà su di un'altra e susseguentemente modificandola leggermente.

La versione Production Bundle offre la possibilità di renderizzare i progetti più complessi anche su più macchine contemporaneamente, diminuendo molto i tempi d'attesa (è possibile installare quante copie si voglia del motore di rendering nella propria LAN).

ZAXWERKS 3D Invigorator è un comodo plug-in inserito nella versione Production Bundle che permette di creare e manipolare oggetti 3D senza uscire da After Effects; è molto usato per creare e animare loghi o titoli di qualità che spesso si vedono anche in TV.

Tirando le somme, Adobe After Effects 5.5 è davvero un ottimo programma che ci sentiamo di consigliare sia agli artisti e professionisti dell'animazione, sia ai web designer. In particolare a questi ultimi e a chi dispone di un budget ridotto, consigliamo la versione "Standard", mentre agli studi di produzione, agli artisti degli effetti speciali e in genere a chi non ha problemi di budget, la più completa versione "Production Bundle".


:: Nessun Allegato ::