Il portale del software

Google GPay versus PayPal

di Amministrazione SOFTWARE.IT

Google sta testanndo un sistema di pagamento alternativo a PayPal. eBay vigila con attenzione.

gbuy.jpgE' una sensazione che in molti hanno: Google sembra oggi essere "IL" Web. Non che lo possieda certo, ma è una presenza che non può essere negata e nemmeno confinata. Un brand che ha acquisito nel tempo una forza prorompente e un consenso di utenti che non può non far sentire minacciati molti altri attori della rete.

L'ultima azienda che può - a ragione - sentirsi minacciata da una simile pervasiva presenza, è PayPal, uno dei più popolari sistemi di pagamento online e di servizio di transazioni peer-to-peer. Un servizio che viene utilizzato già da oltre 7 anni e che è stato sposato (con un'acquisizione) dal gi gante delle aste eBay nel 2002.

Perché Google può sfidare PayPal?

Perché ha il giusto mix per farlo: ha la ricerca, gli Ads, la presenza, Froogle. Ha, quindi, tutti gli ingredienti necessari per essere una minaccia da tenere sotto osservazione da parte di PayPal, tanto che il suo presidente Jeff Giordano, ha chiesto a tutti i suoi collaboratori di tenere d'occhio tutte le notizie sullo sviluppo di un servizio che Google chiama GBuy.

Perché dovrebbe essere una minaccia? La risposta è semplice. GBuy potrebbe rappresentare l'anello mancante ai servizi che Google già offre ai propri utenti.

Fino ad oggi è comune digitare il prodotto cercato sul motorone di ricerca, premere un tasto e individuare dove acquistare il prodotto. E, al momento, Google è un passaggio che porta il consumatore sui siti dei fornitori o su altri circuiti e-commerce (Kelkoo, eBay, ecc.).

Immaginiamo ora che una volta individuato il prodotto con un click lo si possa acquistare e pagare. Immaginiamo quindi una piattaforma integrata, che raccolga ricerca, e-mail, chat e acquisti. Se si possiede un account @gmail, nessun fornitore dovrà neppure ma ivedere i propri dati di carta di credito e tutti i pagamenti avverranno in modo molto semplicee rapido.

Se pensiamo che molti fornitori già acquistano pubblicità (AdWords / AdSense) per i propri prodotti, GBuy significherebbe chiudere il cerchio e permettere di acquistarlo.

Se infine si prende atto della forza che il brand Google ha raggiunto, divenendo un marchio molto più forte di PayPal, non stupiscono le preoccupazioni che Jeff Jordan ha espresso anche al Wall Street Journal.

E come lui, tutti seguiremo con interesse questa nuova possibile avventura di misterG.

a cura di Emanuela Pasino


Per gentile concessione di i-dome.com


:: Nessun Allegato ::